La scelta del cucciolo

 

La scelta di condividere il proprio tempo e lo spazio casalingo con un Cavalier è una scelta da ponderare attentamente perché il nostro batuffolo crescerà e ci terrà compagnia per parecchi anni.

Spesso le persone si soffermano sul colore del manto o sul sesso del cagnolino, ma questi sono particolari che solo in pochi casi si rivelano davvero importanti, poiché in questa razza maschi e femmine sono davvero molto simili, sia a livello caratteriale che a livello educativo; infatti entrambi i sessi sono affettuosi e coccoloni nella stessa misura ed entrambi sono educabili a sporcare sia fuori che in casa sui panni assorbenti o sui giornali a discrezione del proprietario.

La cosa importante è come si educa il cane e non se il cucciolo è un maschietto o una femminuccia!

 

Quanto ai colori del mantello, noi allevatori cerchiamo naturalmente di accontentare i gusti personali degli acquirenti dei nostri cani, ma personalmente consiglio di non fossilizzarsi, ma piuttosto di venire a conoscere i cuccioli e di scegliere anche in funzione dell’attrazione emotiva che si prova verso un cucciolo in particolare magari per la sua timidezza o per la sua esuberanza o per il suo sguardo… disarmante!

 

La cosa invece importante da tenere in considerazione prima di scegliere un Cavalier come compagno di vita è che questa razza di cani da compagnia ha davvero bisogno dell’uomo per essere felice! Il Cavalier si adatta a qualsiasi situazione ma è sconsigliato lasciarlo in casa da solo per molte ore poiché la solitudine lo annoia e lo intristisce. In compenso questa razza è molto adatta a convivere con i bambini, sia perché il Cavalier è privo di aggressività, sia perché è un gran giocherellone e i bambini sono i suoi compagni di gioco più graditi!

 

Concludendo possiamo dire che chi sceglie un Cavalier King Charles Spaniel avrà un dolcissimo cane da compagnia che vivrà in casa con la famiglia interagendo con i suoi membri in maniera significativa, ma che amerà anche le passeggiate all’aria aperta e le corse e i giochi in giardino al termine dei quali si farà una lunga e sonora dormita sul divano!

 

Preparativi

 

L’arrivo a casa del cucciolo è per la famiglia una grande gioia e l’entusiasmo che lo circonderà sarà per il piccolo molto importante per superare l’inevitabile distacco dal suo ambiente, dai cani adulti e soprattutto dai fratellini.

È consigliabile portarmi qualche giorno prima del ritiro del cucciolo una copertina che terrò nella cuccia dove i piccoli dormono, che avrà quindi” odore di casa” e aiuterà il cucciolo ad ambientarsi nella nuova casa e a dormire più tranquillo; nella cuccia si potrà anche mettere, per le prime notti, un piccolo orologio a tic-tac che simuli il battito del cuore, poiché i cuccioli dormono a stretto contatto fra loro e con gli adulti.

Ecco un elenco di oggetti da preparare per accogliere il vostro piccolo Cavalier:

 

  • collare e guinzaglio;
  • cuccia con cuscino morbido;
  • copertina;
  • 2 ciotole;
  • spazzola, pettine e cardatore;
  • liquido per pulire le orecchie;
  • giochi per cuccioli e ossa di pelle di bufalo;
  • shampoo e balsamo per cani a pelo lungo per il bagnetto ( dopo i 6 mesi di età );
  • trasportino per l’auto o cintura di sicurezza.

 

Il cucciolo mangia 3 volte al giorno fino ai 4-5 mesi di età, poi potrà passare a 2 volte, mattino e sera, e così potrà continuare a fare anche da adulto. La pappa con cui è stato svezzato può essere mantenuta fino ai 9-10 mesi, quando si potrà passare ad un cibo per cani adulti. Anche un cambiamento di cibo va fatto gradualmente, mischiando il cibo nuovo con il vecchio per qualche giorno.

 

I miei cuccioli vengono ceduti dopo i 75 giorni di età ed hanno già fatto due sverminazioni, sono vaccinati, con microchip e naturalmente con pedigree; le date in cui sono stati effettuati i trattamenti suddetti sono segnate sul libretto” sanitario “ che viene consegnato con il cucciolo e che dovrà accompagnare il cane per tutta la sua vita. Per quanto riguarda i trattamenti antiparassitari mensili andranno effettuati nei mesi da aprile a ottobre-novembre; il cucciolo deve essere trattato mensilmente con Advantix o Frontline Combo (pipette contro pulci, zanzare e zecche) e con Cardotek Plus tavolette masticabili (mensile) contro la filaria, malattia contro la quale esiste anche una vaccinazione annuale, ma naturalmente il vostro veterinario vi darà tutte le indicazioni quando sarà il momento.

 

L'educazione del cucciolo

 

I cuccioli di Cavalier king Charles Spaniel cresciuti in famiglia in un ambiente sereno e protetto e soprattutto cresciuti a contatto con i cani adulti, sono vivaci e intelligenti e, arrivati nella nuova casa, per un paio di giorni osserveranno l'ambiente in maniera molto moderata e disciplinata e poi...cominceranno a scatenarsi! Come tutti i cuccioli, compresi i cuccioli d'uomo, metteranno alla prova i componenti della loro nuova famiglia; è necessario osservare alcune regole per impostare il cane e farne un “compagno” ben educato e piacevole da portare con sé.

 

Per i bisogni non si può pretendere il “controllo” fino ai 5/6 mesi di età; se però al risveglio e dopo i pasti si porta il cane fuori, naturalmente ben coperto se è inverno, o in casa sul panno assorbente (o giornali), il luogo prescelto per i bisogni, che, se all’interno della casa, dovrà essere sempre lo stesso, diventerà un'abitudine per il cagnolino.

 

Se il cagnolino fa una cosa a voi non gradita, dovete sgridarlo sempre, dicendogli anche a voce alta “NO” o “MAI” in maniera tassativa; per contro è bene premiare sempre con un bacio, una carezza o un biscottino ogni cosa buona che il cucciolo fa; il premio è la migliore educazione per avere un cane ubbidiente e sereno ed è anche un ottimo metodo per insegnargli a sporcare dove vogliamo noi.

 

Per quanto riguarda l’alimentazione, i cuccioli devono mangiare solo il loro cibo che dovrà essere somministrato preferibilmente sempre agli stessi orari ed è vivamente sconsigliato dare assaggi o premietti dalla tavola, sia per non esagerare con le quantità, sia per non creare abitudini fastidiose e richieste ripetute ed insistenti.

 

Il cagnolino dovrà abituarsi ad avere il collare e a camminare al giunzaglio; i primi giorni si gratterà ripetutamente perché un oggetto “estraneo “ al collo gli darà fastidio. Se il cane all’inizio si bloccasse con il giunzaglio, non tiratelo perchè potreste ottenere solo l'effetto contrario. Meglio invece chiamare ripetutamente il cagnolino e premiarlo se riccomincia a camminare.

Fino ai 4/5 mesi il cagnolino non farà lunghe passeggiate e si stancherà facilmente; crescendo però è bene non portarlo troppo in braccio o nelle borse porta-cuccioli sia per non creare brutte abitudini, sia per la sua socialità con gli altri cani, aspetto anch'esso molto importante per avere un cane equilibrato e sereno.

Copyright© 2010-2018 by Allevamento Vestigia Flammae, i Cavalier King Charles Spaniel di Silvia Caldarera - Via S. Andrea, 3 - Montano Lucino (CO) - Tel. 335 356737